Test lampade PhytoLEDs Quantum GX Professional 400 Full cycle – Prof. Luca Espen
11/04/2018
Anatomia di un fiore di cannabis ed il processo della sua impollinazione
23/04/2018
Show all

Nuovi passi nella tecnologia dell’illuminazione indoor: Ceramic Metal Halide LEC.

Il settore sta cambiando e se si vuole raggiungere la perfezione bisogna essere sempre aggiornati sulle ultime tecnologie di illuminazione.
Ciò significa conoscere meglio la tecnologia CMH LEC, ultima innovazione del mercato assieme alla tecnologia COB LED già trattata in un precedente articolo.
Considerando che la lampadina elettrica fu brevettata nel 1879, i progressi nell’illuminazione orticulturale sembrano muoversi alla velocità della luce.
Ma cos’è una lampada CMH LEC e come funziona?

 

Ceramica ed alte temperature.

Le lampade CMH sono simili a lampade MH e sono spesso utilizzate nell’illuminazione di negozi, nell’illuminazione stradale, in particolare in agricoltura e in impianti di orticoltura intensiva di ogni tipo.
Una lampada CMH utilizza ceramica al posto del quarzo utilizzato per la lampada tradizionale MH e i tubi ad arco in ceramica consentono di raggiungere temperature molto più elevate rispetto al tubo  metallico ad arco e generando una luce molto più vicina a quella del sole. Questo si traduce semplicemente in una migliore efficienza: viene emessa più energia luminosa nello spettro PAR per ogni watt di energia consumato.
E LEC cosa significa? LEC è un marchio registrato per un modello di luce artificiale che utilizza la tecnologia a ioduri metallici in ceramica ed è l’acronimo di Light Emitting Ceramic. Tuttavia, il termine LEC sta iniziando a diventare intercambiabile con il termine Ceramic Metal Halide (CMH) poiché entrambi si riferiscono alla stessa tecnologia.
Oltre alla migliore emissione di energia luminosa, quali altri ragioni possono spingerci al cambio di tecnologia?

 

I reali vantaggi della tecnologia CMH LEC.

 

 

Le lampade  CMH producono raggi UV-B, come il sole. Ciò potrebbe contribuire all’aumento dello sviluppo e dell’odore dei tricomi nelle gemme di cannabis coltivate sotto LEC. Tuttavia, i raggi UV-B vengono bloccati dal vetro, quindi è necessario che vi sia un percorso chiaro tra la pianta e la luce affinché questo sia efficace.
Le lampade LEC producono uno spettro naturale di luce che ti consente di vedere le tue piante a pieni colori. Non solo è semplicemente bello poter vedere il tuo giardino in tutta la sua vitalità, la luce colorata naturale rende molto più facile diagnosticare i problemi che a volte possono passare inosservati sotto luci di crescita colorate innaturali. Una lampada LEC è anche molto meno sospetta se la luce è fuoriuscita accidentalmente da una finestra.
Molti modelli LEC sono dotati di ballast incorporato che li rende “plug-and-play” come un sistema LED, a differenza della maggior parte delle lampade HPS che richiedono un ballast separato.
Infine, Le lampade durano più a lungo e mantengono maggiormente la loro luminosità rispetto alle normali lampade a incandescenza MH.
Quindi, un’ulteriore soluzione tecnologica vantaggiosa si presenta all’orizzonte. Non solo più LED, per i fan dei ballast e dell’incandescenza le nuove lampade CMH LEC sono in arrivo!

M.
M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *