Entro il 2022 la tecnolgia LED sostituirà completamente gli altri sistemi di illuminazione

Entro il 2022 la tecnolgia LED sostituirà completamente gli altri sistemi di illuminazione

Le previsioni future che emergono dallo studio McKinsey riguardo la tecnologia LED vedono il raggiungimento di un fatturato annuo mondiale di 110 bilioni di euro al 2022, cifra paragonabile al fatturato del mercato globale delle televisioni.

Il McKinsey group per lo studio della tecnologia LED ha definito un modello applicabile al mercato dell’orticoltura indoor in grado di prevedere quale sistema di illuminazione dominerà il mercato entro il 2022.

LED vs hps McKinsey Sondaggio mondialeLo studio è stato differenziato secondo regione geografica, applicazione e tecnologia di illuminazione.

Il mercato dell’illuminazione è da sempre al centro dell’attenzione dei governi e dei centri di ricerca ambientale a causa del ruolo centrale che riveste riguardo la tematica dell’inquinamento e della produzione di CO2. Tuttavia, fino a questo momento non era ancora stato elaborato uno studio completo e su scala mondiale in grado di fornire una visione completa e con un approccio olistico al problema.

Per colmare questo vuoto la Osram ha commissionato al McKinsey Group il disegno di uno studio sul mercato globale dell’illuminazione da una prospettiva indipendente e in grado di prevederne gli sviluppi a breve termine.

Cosa è emerso da questo studio?

L’economia mondiale si trova a fronteggiare l’incessante richiesta di cibo e la scarsità delle risorse e degli spazi di coltivazione impiegando processi maggiormente automatizzati e colture indoor dove gli sprechi vengono ridotti al minimo. In questo scenario l’illuminazione riveste un ruolo fondamentale e le lampade per coltivazione sono divenute più sofisticate e meno costose.

Tra tutte le tecnologie una spicca più delle altre per qualità nella coltivazione, omogeneità di colore, penetrazione e assorbimento, consumi contenuti e durata: la tecnologia LED.

Le lampade LED per coltivazione sono ad oggi più potenti ed efficienti rispetto alle quelle di vecchia generazione, come le HPS (High Pressure Sodium) e le MH e in grado di produrre meno calore grazie al minore consumo di elettricità. Meno calore significa quindi poter avvicinare maggiormente la lampada alle piante senza bruciarle assicurando un maggiore assorbimento delle specifiche lunghezze d’onda.

Con le lampade a LED è possibile ottenere altissimi livelli di assorbimento fotosintetico, i coltivatori possono stimolare la crescita delle colture, accelerare la fotosintesi e produrre coltivazioni biologiche all’interno di fattorie verticali dove l’automazione è all’ordine del giorno.

Processi automatizzati significano, forniture di cibo continue e veloci per la grande e piccola distribuzione oltre a una coltivazione che non dipende più dalle variazioni climatiche e dalle stagioni. Le coltivazioni indoor automatizzate producono ortaggi e vegetali 24h/24h permettendo così lo sviluppo di nuove tecniche di coltivazione controllate.

I punti di forza della coltivazione indoor sono dunque:

  • Possibilità di fronteggiare la richiesta globale di cibo
  • Possibilità di coltivare localmente e in qualsiasi posizione geografica
  • Possibilità di coltivazioni domestiche
  • Produzione efficiente e riduzione degli sprechi
  • Maggiore freschezza del cibo
  • Possibilità di coltivazione organica e senza uso di antiparassitari e veleni
  • Produzioni 24/24 ore al giorno
  • Evoluzione di nuove tecniche di coltivazione
  • Riduzione dell’importazione e diminuzione degli sprechi di cibo nel trasporto

Una coltivazione indoor a ciclo continuo che utilizza lampade a tecnologia LED è dunque una coltivazione all’insegna della sostenibilità con sistemi in grado di fornire un ambiente di crescita ottimale e con la giusta quantità di soluzione nutritiva e con un ridotto spreco di acqua.

Le previsioni future che emergono dallo studio McKinsey riguardo la tecnologia LED vedono il raggiungimento di un fatturato annuo mondiale di 110 bilioni di euro al 2022, cifra paragonabile al fatturato del mercato globale delle televisioni.

L’avvento della tecnologia LED rappresenterebbe così il 4° rimodernamento tecnologico in fatto di illuminazione nella storia dell’umanità, ad oggi non ancora completamente competitivo sul piano dei costi. Tuttavia, i grandissimi investimenti previsti con una percentuale di incremento del 30% annuo, permetteranno di giungere ad una situazione in cui i LED saranno acquistabili e competitivi al 100% a livello globale.

La tecnologia LED per coltivazione è dunque destinata per il 2020 ad occupare il 60% dell’economia del mercato totale dell’illuminazione, dove ad oggi i settori maggiormente rilevanti riguardano l’illuminazione cittadina e ambientale, quello automobilistico e dei trasporti e di retroilluminazione.

———————————————————————————————————————

Adelaide – Giardinaggio Indoor.it

Dì la tua!