Canapa Mundi 2016 @ Pala Cavicchi Roma – Tutte le lampade a LED presenti in fiera e le loro caratteristiche

Canapa Mundi 2016 @ Pala Cavicchi Roma – Tutte le lampade a LED presenti in fiera e le loro caratteristiche

In questo articolo vorremmo descrivere ai lettori di Giardinaggio Indoor alcuni dei prodotti per coltivazione a tecnologia LED presenti in fiera.

Anche quest’anno gli organizzatori della Fiera Internazionale della Canapa di Roma hanno scelto il Pala Cavicchi di Ciampino come location espositiva introducendo un’area stand tutta nuova e differenziando l’evento in due macro aree tematiche per una superficie complessiva di circa 8.000 mq.

canapa mundi ingresso giardinaggioindoor

L’area attigua all’ingresso “Carmagnola” è stata infatti riservata all’Hemp Industry, ovvero tutte quelle attività collegate alla Canapa industriale e ai prodotti che derivano dalla sua lavorazione – la seconda area di stand era invece dedicata a Coltivazione, Growshop e Seed Bank.

Stando alle statistiche diffuse nel comunicato ufficiale dello staff Canapa Mundi, sono stati registrati circa 16.000 ingressi con 450 accrediti a professionisti e 400 per giornalisti.

Un filo di canapa ha unito tutti, ma proprio tutti: dalla madre attenta a quanto di meglio può offrire il mercato dell’alimentazione naturale, alle persone affette da patologie rispetto alle quali i cannabinoidi e altri composti presenti nella pianta si sono dimostrati un validissimo alleato, allo sportivo interessato agli integratori vegan, agli anziani nostalgici di quel tessuto eterno con cui erano fatti sacchi, strofinacci e certi abiti di una volta”

In questo breve articolo però, non vorremmo perderci troppo in chiacchiere e descrivere ai lettori di Giardinaggio Indoor alcuni dei prodotti per coltivazione a tecnologia LED presenti in fiera.

PHYTOLITE

La prima casa produttrice su cui vorremmo porre l’attenzione non ha bisogno certo di presentazioni, il marchio Phytolite è presente da moltissimi anni nel mercato dell’orticoltura indoor ed è ormai giunto alla terza linea di lampade a base LED, ponendosi ad un livello di affidabilità e prestazioni sempre diversi gradini più in alto dei suoi competitor italiani ed esteri. Attualmente sono davvero moltissimi i growshop che scelgono per i propri clienti PhytoLED, tanti quanti i vantaggi per coloro che decidono di utilizzare la linea per coltivazione professionale GX Quantum Pro, presente in fiera presso lo stand di Grow Life.

Canapa Mundi 2016 Phytolite giardinaggio indoor (3)

Alla Canapa Mundi 2016, esposti all’interno di growbox HomeBox, è stata offerta la possibilità di osservare da vicino i GX400 e GX100 in azione, fianco a fianco agli NX 130W e NX 200W con il carter di colore rosso elettrico ed uno spettro a 5 bande di frequenza realizzato per soddisfare le piante lungo tutte le fasi di sviluppo.

Una delle caratteristiche che rendono superiore la linea di lampade LED GX Pro è la distanza dei diodi l’uno dall’altro e dei moduli sulla superficie della lampada: a differenza della stragrande maggioranza dei pannelli LED, i PhytoLEDs sono stati progettati per ottenere risultati professionali e irradiare al meglio la superficie fogliare delle piante dissipando il calore. Il carter è davvero molto spazioso e dotato di potenti ventole che si attivano con l’aumentare della temperatura. Diversi setup sono possibili grazie agli interruttori laterali e alla modalità “eco” con cui si inibisce il 25% della potenza.

Canapa Mundi 2016 Phytolite giardinaggio indoor (25)

Sul nuovo catalogo distribuito in stand, i nuovi NX2 spiccano in copertina: questa seconda generazione di NX si avvicina davvero moltissimo alla linea professionale grazie alla nuova disposizione dei diodi e al carter di più grandi dimensioni collegabile “a cascata” come per i GX.

Poco più in basso vicino lo stand, 2 orchidee poste sotto i rispettivi PhytoLEDs Swing Support attrezzati con GX100 Vegetive specifici per la crescita di cloni, piante madri e germinazione. Phytolite offre in definitiva una vastissima gamma di prodotti per coltivazione a tecnologia LED ingegnerizzata in Svizzera e testata in laboratori italiani in grado di offrire risultati professionali ed un alto livello di affidabilità.

AMARE

Un altro prodotto interessante a tecnologia LED che era presente in fiera all’interno del padiglione dedicato alla coltivazione è il Solar Eclipse SE450UVB prodotto da Amare Europe MCK. Questo tipo di lampada monta 6 moduli con 10 diodi da 5W e 1 COB LED Cree CXB ad alta intensità per modulo ognuno dei quali composto da 100 diodi molto piccoli e inseriti su superficie ristretta.

Canapa Mundi 2016 Amare giardinaggio indoor (2)

Una lampada molto potente grazie ai suoi 450W, che presenta però a nostro giudizio due importanti svantaggi:

  • il primo è che monta COB LED in cui più chip LED da 0,5/1W sono assemblati insieme assumendo l’aspetto di un unico corpo luminoso, questi presentano grandi problemi in fatto di dissipazione del calore e vengono perciò fatti funzionare a meno di 1/3 della loro effettiva potenza.
  • Il secondo svantaggio che secondo noi penalizza questa lampada, sono le dimensioni compatte e la poca distanza tra un modulo e l’altro tali da non permettere di irradiare una superficie importante.

Quello che rende questo pannello diverso da tutti gli altri però, è l’aggiunta di un tubo al neon che fornisce, a detta dei produttori, raggi UV-B che stimolerebbero ulteriormente i processi di fotosintesi della pianta e la sua resistenza ad agenti patogeni senza però fornire un dosaggio eccessivo che si tramuterebbe in uno stress per la pianta.

Esposto all’interno dello stand MCK Bio-Gardening anche il modello SE250, anch’esso con diodi da 5W e COB LED montati su quattro moduli, senza però il tubo al neon centrale.

HORTICOLED

Presso lo stand del growshop di Bologna Foglie d’Erba, era esposto all’interno di una growbox la lampada per coltivazione X-MAX4 V2 della casa francese Horticoled. Questa lampada è composta da 4 COB LED da 90W e una zona centrale di 48 doppi diodi con all’interno 5W e 3W per una potenza dichiarata di 350W totali.

Canapa Mundi 2016 Horticoled giardinaggioindoor (1)

I pannelli sono dotati di tre manopole laterali che permettono di modificare lo spettro emesso a seconda della necessità e aggiungere così più bianco, blu o rosso. La versione due, V2 di queste lampade, non utilizza delle lenti come quelle che abbiamo visto sopra, ma ha delle piastrine riflettenti che formano una specie di sede a specchio che rende omogenea la luce emessa dai diodi, che però a nostro parere, non ne risulta davvero concentrata rendendo perciò questo tipo di lampada più adatta per una distanza contenuta dalla superficie da irradiare.

Sempre nello stesso stand, appeso più in basso, l’X-MAX6 V2 da 550W con una regolazione sui toni rossi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ORTOLED

Un tipo di LED piuttosto diffuso oltreoceano è quello che era esposto presso Indoorline del marchio Ortoled: la linea 60cm Grolux a quattro bande da 30W. Questa lampada è dotata di una scocca in alluminio impermeabile ed è consigliata per un utilizzo di supporto crescita laddove si voglia incrementare l’emissione luminosa nella parte bassa o laterale della growbox.

Canapa Mundi 2016 Ortoled giardinaggioindoor (2)

Oltre alla barra da 60cm era esposta all’interno di una piccola growbox sottostante anche un pannello Ortoled 4 da 140W, una lampada adatta per piccoli spazi e che potrebbe essere definita di una generazione passata a giudicare dalla disposizione dei LED in cerchio molto vicini l’uno all’altro.

 

 

 

 

 

 

 

 

CULTILITE

L’ultimo marchio di LED che abbiamo potuto osservare da vicino alla Canapa Mundi 2016 è stato presso l’area espositiva di Idrogrow.

Canapa Mundi 2016 Cultilite Giardinaggio indoor (2)

 

Le lampade esposte erano Cultilite con modelli da 150W – 300W – 450W. Ogni modulo è composto da 25 diodi Bridgelux che si allineano piuttosto vicini l’uno all’altro per comporre così uno spettro a 5 bande +1 di Far Red 740nm aggiunto per promuovere e modulare la fotosintesi delle piante.

Queste lampade sono dotate di lenti ottiche con angolo a 90° in grado di creare un fascio molto concentrato che restringe di parecchio l’area illuminata anche a causa delle dimensioni ristrette della lampada e della grande vicinanza dei diodi. Lo spettro che viene fuori da questo assemblaggio è molto roseo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per concludere, abbiamo notato con piacere una crescente attenzione nei riguardi della coltivazione a base LED e in generale nei confronti della coltivazione sostenibile e fuori suolo. Possiamo ritenerci soddisfatti di questo numero crescente di fiere internazionali della canapa su suolo italiano che permettono alle persone più lontane di avvicinarsi, informandosi in un ambiente ricco di professionisti e di persone che hanno fatto della canapa e del giardinaggio indoor la propria passione e il proprio lavoro.

——————————————————————————————————————————

Enrico – Giardinaggio Indoor.it

Dì la tua!