“Space Buckets” – Giardinieri del faidate
Secchi, LED, ventole e Do It Yourself!

Si chiamano “Space Buckets”, tradotto “Secchi Spaziali” resi tali dalle forme stravaganti, oltre che dall’installazione di ventole, estrattori e LED alla ricerca di un minuzioso equilibrio per la realizzazione di un micro ambiente di coltivazione.

Grazie alla possibilità offerta dalla rete di condividere il sapere senza intermediari ne filtri, il faidate spopola in ogni nazione del mondo sotto l’acronimo di “DIY” o “Do It Yourself”. Una delle aree tematiche più vaste riguarda il giardinaggio indoor e la realizzazione di ogni tipo di strumento necessario alla coltivazione.

HQFl2Jwspacebuckets

 

Tra le migliaia di portali presenti online che condividono tutorials e Forum sul DIY, si è senza dubbio distinta una community di costruttori che realizzano piccoli sistemi per coltivazione indoor modificando secchi di ogni ordine e grandezza, rendendoli in tutto e per tutto simili a delle piccole camere di coltura “spaziali”.

Si chiamano “Space Buckets”, tradotto “Secchi Spaziali” resi tali dalle forme stravaganti, oltre che dall’installazione di ventole, estrattori e LED alla ricerca di un minuzioso equilibrio per la realizzazione di un micro ambiente di coltivazione.

 

Nella mission presente sul loro sito, www.spacebuckets.com, si presentano come un movimento di giardinieri del faidate (DIY), persone inclini alla botanica con l’obbiettivo di diffondere il sapere su come le piante lavorano e come è possibile farle prosperare all’interno di piccoli contenitori e camere di crescita.

Presente nella homepage del sito una galleria costantemente aggiornata con gli ultimi buckets modificati, foto e progetti postati dagli utenti.

Di seguito vi proponiamo un paio dei “Secchi Spaziali” che impiegano come lampade per la coltivazione, quelle a base LED.

Forever space buckets – creato da /u/budsforever

Un impeccabile space bucket realizzato in collaborazione con una lampada UFO LED.

jnJK5kDspacebuckats

 

 

Per la realizzazione sono stati impiegati:

  • 1 e alcune parti di un secchio da 5gal (1gal=3,78lt.)
  • Una ventola da 270W 8×8 PC Fan montata al di sopra di un pannello LED senza marca
  • Filtro ai carboni attivi tagliato a misura e posizionato sopra la ventola
  • Vernice bianca con cui è stato pitturato l’interno del secchio
  • Striscia LED SMD “5050” installata internamente lungo i lati

 

 

 

 

 

 

Inoltre nella parte inferiore del secchio aono stati praticati alcuni buchi e legata una corda piuttosto spessa che finisce nella parte sottostante immersa nell’acqua, l’obbiettivo è quello di tenere la pianta sempre con il liquido a disposizione. Esternamente sono stati impiegati un timer, un termo igrometro con sensore posizionato internamente e l’alimentatore della lampada.

 

Experiment Bucket – creato da Experiment627 /u/Experiment627

Uno Space Bucket di grandezza maggiore del normale.

a1spacebucket

 

Ho scoperto il sito alcune settimane fa e mi è piaciuto davvero tanto il credo che sta alla base di questa comunità, così ho deciso di costruirne uno mio rifacendomi ad alcuni post pubblicati. Sono in fase di sperimentazione, ma per ora livello di umidità, il fotoperiodo e l’irrigazione procedono come mi aspettavo” scrive Esxperiment627 nell’introduzione al suo progetto.

 

Ha collegato lo Space Bucket ad uno strumento per vedere quanta energia utilizza quando sia la lampada, sia le strisce a LED e le ventole sono accese, indica circa 140W.

Per la realizzazione sono stati impiegati:

  • 1 secchio da 32gal (1gal=3,78lt.)
  • Una lampada UFO LED da 180W dimmerabile
  • Una striscia LED SMD “5050” posizionata internamente e posta sul lato del secchio
  • 4 ventole 8×8 PC fan con 4 aperture per l’aria dove sono stati installati dei filtri ai carboni attivi
  • Sistema interno con gocciolatoi Autopot, collegati ad una bottiglia posta esternamente con flusso dell’acqua regolabile.

qBljD9T uF2RgII

 

 

 

 

 

 

 
Esternamente è stato arricchito oltre che dal termo igrometro, da alcuni tubi in pvc al cui interno passano i cavi dell’alimentazione.

Concludiamo l’articolo suggerendovi di visitare accuratamente il sito e leggere le descrizioni all’interno del Forum.

Nelle prossime pubblicazioni tradurremo altri tutorials per costruire “Space Buckets”.

———————————————————————————————————-

Enrico – GiardinaggioIndoor.it

www.spacebuckets.com

Ecco alcune foto di altri progetti presenti sul sito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dì la tua!