Salvia – Una pianta dalle molteplici proprietà

Originaria delle regioni mediterranee, la salvia è oggi una pianta comunemente coltivata in tutto il mondo. Durante tutto il medioevo, era tenuta in grandissima considerazione, nota per essere un’erba miracolosa e per le sue proprietà curative associate ai molti disturbi che affliggevano le popolazioni.

Probabilmente conoscete molto bene quel sapore speziato e talvolta salato che le foglie di salvia aggiungono ai ripieni dei vostri piatti, ma forse non sapevate della sua lunga storia e delle svariate proprietà curative che essa possiede. Ecco alcune informazioni su come coltivare e utilizzare questa pianta versatile e dagli innumerevoli pregi.

sage12345

 

Originaria delle regioni mediterranee, la salvia è oggi una pianta comunemente coltivata in tutto il mondo. Le persone la associano alla sua capacità di aggiungere sapori deliziosi alle proprie creazioni culinarie, ma durante tutto il medioevo, la salvia era tenuta in grandissima considerazione, nota per essere un’erba miracolosa e per le sue proprietà curative associate ai molti disturbi che affliggevano le popolazioni.

La salvia, membro della famiglia delle Lamiaceaeè, è un arbusto perenne con fusto legnoso. Le foglie variano da una forma sottile e stretta, a piegate e spesse dalla consistenza vellutata; il colore va dal verde pallido ad uno smeraldo ricco e denso di sfumature violacee con colpi di bianco e viola. In estate, insieme alle sue belle foglie, le piante esplodono generando inflorescenze dalle più disparate colorazioni, possono essere anche viola, rosse e blu.

Benefici per la salute

La parola salvia deriva dal termine latinosalvare”, che cura o che salva, le sue proprietà benefiche sono moltissime, ma alcune spiccano sopra tutte.

In particolare, si ritiene che la salvia aiuti la digestione alleviando il mal di gola e dalle malattie gengivali, nella cura delle piaghe, rafforza la memoria, protegge dal cancro, aiuti nel concepimento, insieme a curare il più comune raffreddore. La salvia inoltre contiene acido rosmarinico, un potente antiossidante ritenuto utile nel trattamento dell’Alzheimer.

Considerata anti-infiammatorio e anti-ossidante, la salvia è anche estremamente utile nel trattamento di tutti i tipi di malattie della pelle come tagli e abrasioni causati dalle ustioni. È usata per diminuire l’eccessiva sudorazione e la traspirazione della pelle, può anche avere un effetto calmante in grado di curare le sindromi mestruali dolorose e i disturbi della menopausa.

Impieghi

  • Un infuso di salvia in acqua calda può essere utile per alleviare il mal di gola, si possono fare gargarismi o berlo come tè per alleviare il bruciore.
  • Molti dentifrici sono a base di salvia; in assenza del prodotto preparato si possono semplicemente strofinare i denti con una foglia fresca per ottenere un effetto sbiancante
  • Un infuso di salvia consente di restituire ai capelli il colore scuro e le lozioni preparate con la salvia detergono la pelle.
  • Per preparare un tonico astringente alla salvia sono necessari 4 cucchiai di salvia essiccata e di alcool etilico, un pizzico di borace, 3 cucchiai di amamelide e 10 gocce di glicerina. Dopo aver fatto macerare la salvia nell’alcool per due settimane, si deve filtrare la sostanza ottenuta, sciogliere il borace nell’amamelide e aggiungervi l’alcool. Dopodiché si unisce la glicerina e si travasa il tutto in una bottiglia con tappo sotto vuoto. Prima di usare il preparato, sarà bene agitare il contenitore.
  • Un trito molto fine di salvia fresca è ottimo per il vostro prossimo ripieno dell’arrosto.
  • La salvia è il migliore amico del maiale, aggiungendo sei foglie fresche sul fondo della teglia è possibile aromatizzare diversi tagli di carne al forno.
  • Si può aggiungere un po’ di salvia grahamii ad una caraffa di tè freddo o quando si cucina la marmellata.

*Evitate l’utilizzo della salvia durante la gravidanza o se soffrite di patologie come l’epilessia o di alti livelli della pressione.

Varietà di salvia

Ci sono centinaia di diverse varietà di salvia provenienti da tutto il mondo ed hanno aromi e sapori leggermente differenti tra di loro.

  1. officinalis (salvia comune utilizzata in cucina)
  2. sclarea (utilizzata per profumi)
  3. horminum, patens, splendens (per decorazioni in giardino)
  4. argentea, haematodes, superba (bordure miste semirustiche)
  5. azurea (fiori blu, utilizzata per bordure miste)
  6. coccinea (originaria delle zone mediterranee, cespugli alti anche un metro con fiori rosso scarlatto)
  7. horminum (Europa meridionale, Italia compresa, detta anche salvia verde, presenta fiori di diversi colori)
  8. lavandulifolia (foglie appuntite e balsamiche di colore variabile dal blu al grigio)

salvia_officinalis123salvia_splendens123

 

 

 

 

 

 

 

Coltivazione

La salvia ama il sole pieno e crescerà felicemente in un giardino soleggiato con un buon drenaggio. Il drenaggio è importantissimo poiché questa pianta è molto suscettibile al marciume radicale, è molto resistente alla siccità, quindi fate molta attenzione a non esagerare con l’irrigazione. La salvia si trova bene sia in vaso che in terra, ma non ama le condizioni climatiche eccessivamente fredde.

Cercate di non eccedere con la raccolta quando le piante sono giovani e si trovano nel periodo invernale, conviene prendere in considerazione l’aggiunta di uno strato protettivo di compost al letto del vostro giardino, se dalle vostre parti l’inverno è particolarmente rigido. È nota per attrarre svariate tipologie di insetti impollinatori come le api; risponde positivamente al taleaggio ed è consigliabile fare i tagli in tarda primavera o all’inizio dell’estate, recidendo un pezzo di stelo lungo circa 5cm e togliendo le foglie più basse con un rasoio.

Se si ha intenzione di coltivarle mediante un set-up idroponico, è opportuno utilizzare un substrato inerte come la perlite, la torba o il cocco e mantenere livelli di pH intorno a 5-6,5. La salvia è un ottimo compagno per il rosmarino, le carote, i cavoli, i fagioli e le fragole.

salvia123456

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel caso desideriate una forma cespugliosa, potarle nuovamente nel periodo primaverile. Col passare del tempo e l’invecchiamento della pianta, presenta un fusto legnoso e foglie notevolmente più amare.

————————————————————————-

Adelaide – GiardinaggioIndoor.it

1 Comment on this Post

  1. La salvia è veramente un erba aromatica spettacolare, necessita di pochissime cure, se si coltiva in un terreno irriguo le innaffiature possono essere anche evitate, ha poi un ottima resistenza al freddo almeno la salvia comune presente anche spontanea sul territorio.

    Viene utilizzata anche come pianta ornamentale alcune cultivar infatti hanno una vistosa e colorata fioritura!

Dì la tua!