Floro-vivaismo in mostra

I migliori espositori per la prima e più completa mostra-mercato di floro-vivaismo alla TRE GIORNI PER IL GIARDINO. Appuntamento al Parco del Castello di Masino a Caravino

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano e l’Accademia Piemontese del Giardino sono lieti di presentare la 20ª edizione della TRE GIORNI PER IL GIARDINO – I migliori espositori per la prima e più completa mostra-mercato di floro-vivaismo

Appuntamento imperdibile al Parco del Castello di M asino a Caravino (TO) dove si festeggerà da giovedì 28 aprile a domenica 1 maggio 2011 – la ventesima edizione della “Tre giorni per il giardino”, la prima e più completa manifestazione floro-vivaistica nazionale per giardini e terrazzi, da anni sinonimo di qualità ed eccellenza, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente I taliano sotto l’ accurata regia dell’ Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’ Accademia Piemontese del Giardino. Vent’ anni caratterizzati da un’ esponenziale crescita di consenso sia da parte del pubblico – che vi partecipa sempre più numeroso ed entusiasta – sia da parte degli espositori – anch’ essi in aumento costante – che vedono nella “ Tre giorni” un’ eccezionale vetrina dove proporre le loro collezioni migliori.

Vista l’ alta affluenza di pubblico registrata negli anni scorsi, anche quest’anno la mostra-mercato durerà quattro giorni, durante i quali oltre 140 vivaisti italiani e stranieri accuratamente selezionati e altamente qualificati porteranno a Masino il meglio delle loro produzioni e tante novità per la nuova stagione. Giovedì 28 aprile la manifestazione sarà aperta al pubblico solo al pomeriggio, dalle ore 14 alle 18, mentre venerdì 29, sabato 30 aprile e domenica 1 maggio l’ orario sarà dalle ore 10 alle 18.

Una vera e propria festa del “verde” per esperti, appassionati di fiori e amanti della natura interessati a un giardinaggio innovativo e al tempo stesso rispettoso delle esigenze ambientali, resa ancora più piacevole dall’incantevole fioritura del cosiddetto “Giardino delle Nuvole” – composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey donate al FAI dalla Fondazione Zegna e messe a dimora cinque anni fa nel parco del Castello su progetto di Paolo Pejrone – e dalla visita al settecentesco labirinto di carpini restaurato e inaugurato nella primavera del 2009, un vasto e misterioso rompicapo botanico situato alla fine dell’antico viale di accesso.

M olte le categorie esposte a M asino, tra cui piante annuali, biennali e perenni da fiore; piante decorative per la foglia; alberi e arbusti per il giardino e il terrazzo in vaso e in zolla, piante da bacca; piante aromatiche officinali; piante da frutta e da orto; piante acquatiche; piante cactacee e succulente; piante alpine e da roccia; agrumi e piccoli frutti; frutti antichi; sementi rare. Tante anche le nuove proposte di questa edizione: dalle nuove collezioni di iris americani, gigli in vaso, clematis, campanule, ninfee, petunie, ortensie, digitalis e lobelie alle rose a bassa manutenzione per giardini naturali, dagli ibridi di loto alle erbe commestibili rare, dalle fuchsie resistenti al freddo alle piante cinesi e giapponesi per l’ombra, dalle rarissime orchidee di montagna alle varietà di peschi antichi selvatici, mirtilli siberiani, patate blu in vaso e ben 75 varietà di antiche piante di pomodoro.

Oltre a piante e fiori, in esposizione a Masino anche cesteria e intrecciati, prodotti e attrezzi per la cura del verde, piscine naturali, sculture in legno, prodotti ornitologici, nidi e colombaie, vasi decorati, serre, arredi e tende, editoria specializzata, abbigliamento da giardino. Inoltre sarà possibile acquistare genuini prodotti dell’orto di primavera – quali asparagi verdi e bianco-rosati, insalatine, rapanelli, fragoline e tutti i sapori e i profumi dell’orto.

Per i più piccoli: durante le giornate di sabato 30 aprile e domenica 1 maggio verranno organizzati per i bambini divertenti laboratori ludico-didattici dal titolo “Con le mani nella terra, i piccoli giardinieri crescono”, tenuti da Nadia Nicoletti, esperta di didattica orticola nonché autrice di libri di grande successo, quali “ L’ insalata era nell’ orto” e “ Lo sai che i papaveri” (Salani Editore). Tante le attività proposte ai bimbi presenti, tra cui la costruzione di un mini-orto e di una mangiatoia per uccelli da portare poi a casa.

Orario:

– Giovedì 28 aprile: apertura solo pomeridiana dalle ore 14 alle 18.

– Da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio: dalle ore 10 alle 18.

Ingresso:

– Biglietto per la sola manifestazione: Adulti € 7,00; Bambini (4-12 anni) € 4,50; Possessori Carta Musei Piemonte € 5,50; Iscritti FAI € 3,00; Residenti gratuito. Nel pomeriggio di giovedì 30 aprile ingresso gratuito solo per Iscritti FAI e Soci dell’Accademia Piemontese del Giardino.

– Biglietto cumulativo manifestazione + visita al Castello: Adulti € 10,00; Bambini (4-12 anni) € 5,50; Possessori Carta Musei Piemonte € 5,50; Iscritti FAI € 3,00; Residenti gratuito.

Per informazioni:

FAI – Castello di Masino, Caravino (TO) tel. 0125-778100; e-mail: faimasino@fondoambiente.it

Per maggiori informazioni sul FAI : www.fondoambiente.it

Ufficio Stampa FAI :

Elisabetta Cozzi – tel. 02-467615220; e.cozzi@fondoambiente.it

Dì la tua!