Run for Food

Domenica 17 ottobre 2010 ore 10:00 – una gara contro la fameworld food day

Presentata oggi, nel corso di una conferenza stampa, la quinta edizione di Run For Food.

A fare gli onori di casa alla conferenza stampa, nella splendida cornice della Sala Pietro da Cortona, ai Musei Capitolini, era presente Alessandro Cochi, il Consigliere delegato allo Sport di Roma Capitale, mentre a nome delle agenzie del polo agro-alimentare dell’ONU, che promuovono la corsa, è intervenuta Vichi De Marchi, Portavoce per l’Italia del WFP.

Numerose le presenze istituzionali, di testimonial dello spettacolo e di star dello sport che si sono alternate al tavolo, coordinate dalla giornalista Livia Azzariti. Tra queste, l’attrice Maria Grazia Cucinotta, madrina di questa quinta edizione di Run for Food, la leggenda della boxe Nino Benvenuti, l’atleta Nike Andrew Howe, portacolori del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare, primatista italiano nel salto in lungo indoor e outdoor con all’attivo un lungo elenco di successi sportivi (argento ai Campionati Mondiali di Osaka 2007, campione italiano assoluto quest’anno a Grosseto).

Tra le presenze che animeranno la corsa –come ha ricordato Laura Duchi, Presidente del Gruppo Sportivo Bancari Romani – vi è anche quella del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle (Roma), che parteciperà alla corsa di domenica prossima con i suoi migliori runner. Per tutti, lo ha ricordato Valentina Vezzali, campionessa olimpionica di fioretto, in un audio messaggio, l’impegno a essere uniti per fermare la corsa della fame con l’invito a firmare la petizione 1 billion hungry .

Vai sul sito www.1billionhungry.org e firma la petizione per sconfiggere la fame lanciata dalla FAO. Valentina Vezzali, campionessa olimpionica di fioretto, ha dichiarato: “Firma ora e chiedi ai tuoi amici di firmare. Io l’ho fatto. Restiamo uniti, contro la fame”.

La 5ª Edizione della Run for Food è organizzata dal Gruppo Sportivo Bancari Romani (GSBR) in collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l‘Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), il Programma Alimentare Mondiale (PAM), Bioversity International, FAO Staff Coop e con il sostegno del Comune di Roma e Nike.
La gara, inserita nel Calendario Regionale Fidal, si disputerà a Roma domenica 17 ottobre 2010, con ritrovo alle ore 8.00 presso lo stadio Nando Martellini delle Terme di Caracalla, partenza alle ore 10.00 da via delle Terme di Caracalla ed arrivo, dopo 10 km, all’interno dello Stadio. Contestualmente alla competitiva, si svolgerà una non competitiva di 5 Km, aperta a tutti. Anch’essa partirà alle ore 10:00 di seguito alla gara competitiva.

SCOPI DELLA RUN FOR FOOD

La manifestazione è stata inserita nel progetto “ Alberi da frutto per Haiti”. Questo progetto è stato lanciato non solo per concentrare l’attenzione sulla necessità di piantare alberi in Haiti (paese devastato dal terremoto del 12 gennaio 2010), ma anche per fornire un sostegno pedagogico ai bambini e promuovere l’istruzione del medio ambiente nel paese.
Una volta maturi, questi alberi da frutta costituiranno una fonte di cibo addizionale per i bambini poveri.
L’iniziativa Un albero da frutta per Haiti si fonda sulla lunga esperienza della FAO nello sviluppo di orti scolastici nei paesi in via di sviluppo. Gli edifici circondati da alberi sono inoltre meglio protetti dalle inondazioni che ad Haiti possono aver luogo durante la stagione delle piogge. Con una donazione di soli €3.70 è possibile comprare un albero di avocado o di mango per un giardino scolastico di Haiti, e coprire anche il costo di fertilizzanti e di altri fattori produttivi. Per ulteriori informazioni consultare:

Il regolamento è consultabilè qui: http://www.runforfood.it/regolamento.asp#

Per informazioni:

Per avere informazioni sulla Run For Food potete contattare il:

    • Viale Marco Polo, 104
      00154 Roma (RM)
      Italia
  • Gruppo Sportivo Bancari Romani
    Indirizzo: Telefono: +39 06 57288029
    Fax: +39 06 57136147
    E-mail: info@runforfood.it

Tags: ,

Leave a Reply