Acquaponica, idroponica ed energia solare

acquaponica, idroponica, risparmio idrico ed energia solare per costruire una serra completamente autosufficiente ed eco compatibile che sostiene una famiglia di quattro persone. Pesci, ortaggi, frutta, verdura, uova biologiche ed organiche a costo ed impatto zero.

E’ possibile per una famiglia di quattro persone rendersi autosufficienti sotto il profilo alimentare con un modestissimo investimento e un po’ di fai da te.

acquaponica
foto: www.gardenpool.org

Avendo un po’ di spazio, sì. Questa è la lezione che ci dà questa famiglia di Mesa, Arizona, che trasferitasi nel 2009 in una nuova casa ha trovato già installata una vecchia piscina vuota.

Invece di spendere migliaia di dollari per sistemarla o farla riempire di terra hanno deciso di rimboccarsi le maniche e costruire una serra urbana economica ed ecosostenibile, combinando tecniche e concetti base dell’ aquaponica, idroponica, coltivazione tradizionale, risparmio idrico, filtraggio biologico, allevamento del pollame ed energia solare.

L’indipendenza totale secondo il progetto avrebbe dovuto essere raggiunta nel 2012, ma già a metà del 2010 l’impianto procedeva  in autonomia.

La produzione garantisce 8 uova fresche al giorno, più pesci Tilapia di quanti una famiglia di quattro persone ne possa consumare, e una buona fornitura di frutta, vegetali ed erbe, 365 giorni all’anno, e tutto completamente organico e biologico.

Le piscine in certe zone degli Stati Uniti sono davvero molto diffuse, ma soprattutto nelle zone aride come questa sono un’incredibile fonte di spreco. Almeno una volta all’anno devono essere completamente svuotate e riempite nuovamente, la vasca pulita con acido muriatico e l’acqua saturata di cloro.  Il filtro inoltre, indispensabile, è il secondo apparecchio elettrico di casa quanto a consumo elettrico, dopo il condizionatore.

Si calcola un incremento nell’uso di acqua potabile attorno al 10% per le famiglie con piscina.

Ovviamente non è indispensabile una piscina per creare una struttura di questo tipo, si tratta solo di sfruttare appieno le risorse a disposizione.

In questo caso si tratta di un vero e proprio ecosistema simbiotico, dove il pollaio è costruito sopra lo stagno in modo che i rifiuti prodotti dai polli nutrano i pesci. L’acqua dei pesci, a sua volta, nutre le piante. Nulla viene sprecato, l’impiego idrico è minimo.

Ecco il video:

e qui alcune immagini della serra in costruzione:

http://gardenpool.org/

Sullo stesso sito altri begli esempi di piscine riciclate come giardini ed orti.

Glossario:

Idroponica: piante coltivate fuori suolo, con un substrato inerte che ha il solo scopo di sorreggere il peso della pianta, oppure con le radici direttamente immerse nell’acqua.

Acquacoltura o acquacultura: sistema di piante e pesci nello stesso ambiente. Permette di coltivare i vegetali alimentandoli con i prodotti di scarto dell’allevamento dei pesci.

Filtraggio biologico: impiego di agenti naturali per il filtraggio dell’acqua, basato sulla biochimica e che prevede l’utilizzo di piante come come la lenticchia acquatica (visibile nelle foto sullo stagno dei pesci nell’articolo) .

Energia solare: in questo caso si tratta di energia solare vera e propria e non di mero riscaldamento solare della serra. I pannelli solari incamerano energia per alimentare le strutture elettriche (come il ventilatore).

Organico: in questo caso parliamo di fertilizzazione organica, ovvero ottenuta completamente da origine biologica (animale, vegetale o mista). Anche gli animali vengono alimentati in maniera organica.

Biologico: l’agricoltura e l’allevamento biologico implicano la conservazione delle risorse e il minore impatto ambientale possibile.

3 Comments on this Post

  1. Chissà se poi il comune concede la variazione d’uso da piscina ad allevamento 😉

  2. Ehehe. Ho il sospetto che la burocrazia italiana si accanirebbe senza riposo su un caso del genere, pretendendo dazi, modifiche strutturali ed infine non concedendo comunque nulla.

  3. Nonostante sia una tecnologia ancora poco usata in italia, ci sono aziende che realizzano le stesse tecnologie anche qui! Se siete veramente interessati alla realizzazione di un impianto acquaponico ci sono dei completi corsi on line (sconto del 50% fino a fine giugno). http://www.acquacorsi.it/corsi_formazione/
    E per la realizzazione fisica degli impianti c’è Acquacoltura Italia S.r.l.

Dì la tua!