L’Aquila, nascono gli Orti Urbani

L’accordo affida all’Ente Parco 216 campi civici realizzati secondo i dettami della sostenibilità ambientale e quale contributo alla ricostituzione orto urbanodel tessuto sociale della città.

L’Aquila, 3 giu. – (Adnkronos) – Grazie alla sinergia individuata in merito alla gestione degli Orti Urbani nelle aree verdi dei nuovi insediamenti del progetto C.A.S.E., il Comune dell’Aquila ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, sono giunti a stipulare un Protocollo d’Intesa.

L’accordo, firmato ad Assergi, dall’Assessore Comunale competente, Alfredo Moroni, e dal Commissario Straordinario Arturo Diaconale, affida all’Ente Parco, in virtù della competenza tecnico-scientifica in materia di salvaguardia delle colture agricole locali e dell’esperienza profusa nella creazione di orti collettivi nelle tendopoli aquilane, la gestione provvisoria dei 216 Orti Urbani realizzati in alcune aree dei nuovi insediamenti del Progetto C.A.S.E. (Assergi, Camarda, Paganica 2, Paganica Sud, Tempera, Gignano, Bazzano; Roio Poggio, Roio 2 e Coppito 3), secondo i dettami della sostenibilità ambientale e quale contributo alla ricostituzione del tessuto sociale della città.

”La creazione degli Orti Urbani – ha dichiarato l’Assessore Moroni – è accompagnata da forte attesa da parte delle comunità, a vantaggio delle quali è stata concepita quale stimolo a ricreare uno spirito di aggregazione positiva ed efficace. Esprimo dunque piena soddisfazione per la sinergia avviata e per l’opportunità di collaborare, in questa prima fase di realizzazione degli Orti, con l’Ente Parco, con il quale il Comune dell’ Aquila condivide obiettivi e missione e del quale è nota l’affidabilità in termini di impegno e know how”.

“Per il Parco – ha aggiunto Diaconale – si tratta di una nuova opportunità di mettere a frutto le competenze dell’Ente, dedicandole ad un progetto importante per implicazioni sociali, quale contributo al rafforzamento dell’identità della cittadinanza aquilana. Dal Protocollo d’Intesa scaturirà immediatamente un Avviso Pubblico destinato a tutti i residenti del progetto C.A.S.E. nelle cui aree verdi è presente una zona destinata agli Orti Urbani”.

2 Comments on this Post

  1. ma il giornale non esce piu’?

  2. no.
    I numeri arretrati sono disponibili in pdf nella sezione download del sito.
    Ciao!

Dì la tua!