Orto in balcone: come progettarlo senza stress

organizzare orto Avete un balcone grande e non sapete come sfruttarlo a pieno? Bene, metteteci un orto! Piccolo, ovviamente.

Se l’idea vi attira ma non credete di farcela a costruire un orto da soli, provate a fermarvi un attimo e a guardare il vostro balcone con occhi diversi.

Ad ognuno il suo spazio

Pensate che il vostro balcone non sia poi così grande da contenere un orto?

Non scoraggiatevi! Una singola piantina non occupa poi così tanto spazio.

Ricordatevi solo che anche le radici hanno bisogno di spazio e che quindi ogni ortaggio deve essere piantato ad una certa distanza dagli altri.

Nel dubbio, riducete il numero di piantine che avete intenzione di piantare. Meglio puntare sulla qualità che sulla quantità.

Ogni cosa è illuminata

Se tutte le piante hanno bisogno di luce, gli ortaggi amano il sole in particolar modo. In che direzione si affaccia il vostro balcone?

Le esposizioni a sud-est o sud-ovest sono le migliori. Infatti assicurano entrambe molte ore di luce al giorno, ma non nelle ore più calde.

I balconi che guardano a sud, invece, avranno sicuramente molta luce, ma rischiano di averne “troppa”, specie nel pieno della giornata.

L’esposizione peggiore, infine, è quella a nord. Potete comunque provare a coltivare il vostro orto su un balcone esposto a nord, magari spostando per qualche ora al giorno le vostre piantine su davanzali meglio esposti.

Questione di clima

“Gli ortaggi devono crescere fuori, all’aperto” Così recitano tutti i contadini esperti!

Possiamo spostarli in casa solo se fuori fa davvero freddo anche perché, se li abituiamo ad una temperatura eccessivamente mite, appena li porteremo di nuovo sul balcone, moriranno.

L’idea migliore è quella di non piantare gli ortaggi che hanno bisogno di climi mediterranei, in zone con temperature molto basse.

Anche il vento, che danneggia le piantine, può essere sconfitto senza grandi drammi: mettete le piante più fragili nei punti più riparati del vostro balcone, magari vicino alle pareti.

L’orto non è una scienza!

Preparatevi psicologicamente! Non aspettatevi di vedere grandi risultati dopo un giorno o dopo una settimana. E forse nemmeno dopo un mese.

Le piantine sono esseri viventi: alcune sono più resistenti, altre, per quanto possiate sforzarvi e seguire ogni indicazione, non cresceranno.

Preparatevi quindi a grandi delusioni e a sorprese inaspettate!

Coltivare l’Orto

Una guida ecologica per coltivare l’orto in balcone

http://www.coltivareorto.it


Orto in Balcone: Come progettarlo senza stress!

Avete un balcone grande e non sapete come sfruttarlo a pieno? Bene, metteteci un orto! Piccolo, ovviamente.

Se l’idea vi attira ma non credete di farcela a costruire un orto da soli, provate a fermarvi un attimo e a guardare il vostro balcone con occhi diversi.

Ad ognuno il suo spazio

Pensate che il vostro balcone non sia poi così grande da contenere un orto?

Non scoraggiatevi! Una singola piantina non occupa poi così tanto spazio.

Ricordatevi solo che anche le radici hanno bisogno di spazio e che quindi ogni ortaggio deve essere piantato ad una certa distanza dagli altri.

Nel dubbio, riducete il numero di piantine che avete intenzione di piantare. Meglio puntare sulla qualità che sulla quantità.

Ogni cosa è illuminata

Se tutte le piante hanno bisogno di luce, gli ortaggi amano il sole in particolar modo. In che direzione si affaccia il vostro balcone?

Le esposizioni a sud-est o sud-ovest sono le migliori. Infatti assicurano entrambe molte ore di luce al giorno, ma non nelle ore più calde.

I balconi che guardano a sud, invece, avranno sicuramente molta luce, ma rischiano di averne “troppa”, specie nel pieno della giornata.

L’esposizione peggiore, infine, è quella a nord. Potete comunque provare a coltivare il vostro orto su un balcone esposto a nord, magari spostando per qualche ora al giorno le vostre piantine su davanzali meglio esposti.

Questione di clima

Gli ortaggi devono crescere fuori, all’aperto” Così recitano tutti i contadini esperti!

Possiamo spostarli in casa solo se fuori fa davvero freddo anche perché, se li abituiamo ad una temperatura eccessivamente mite, appena li porteremo di nuovo sul balcone, moriranno.

L’idea migliore è quella di non piantare gli ortaggi che hanno bisogno di climi mediterranei, in zone con temperature molto basse.

Anche il vento, che danneggia le piantine, può essere sconfitto senza grandi drammi: mettete le piante più fragili nei punti più riparati del vostro balcone, magari vicino alle pareti.

L’orto non è una scienza!

Preparatevi psicologicamente! Non aspettatevi di vedere grandi risultati dopo un giorno o dopo una settimana. E forse nemmeno dopo un mese.

Le piantine sono esseri viventi: alcune sono più resistenti, altre, per quanto possiate sforzarvi e seguire ogni indicazione, non cresceranno.

Preparatevi quindi a grandi delusioni e a sorprese inaspettate!

Coltivare l’Orto

Una guida ecologica per coltivare l'orto in balcone

http://www.coltivareorto.it

Dì la tua!