Aziende da sostenere

cooperativa dedita all’attivazione di progetti creati dai Servizi Sociali del Territorio finalizzati a favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate aventi limitate capacità psichiche, sensoriali od altro fattore di disagio che richiedano una particolare assistenza materiale e/o morale e comunque finalizzate alla qualificazione umana, morale, culturale e professionale.

basilico_idroponicoLa Cooperativa Sociale “Il Bettolino” è nata nel 1991 ed opera da circa un decennio nei comuni di Boretto, Brescello, Gualtieri,Guastalla, Luzzara, Novellara, Poviglio, e Reggiolo.
La Cooperativa ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini diversamente abili proponendo esperienze di lavoro nei settori agricolo, industriale, commerciale e dei servizi.

L’obiettivo primario della cooperativa è l’attivazione di progetti creati dai Servizi Sociali del Territorio finalizzati a favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate aventi limitate capacità psichiche, sensoriali od altro fattore di disagio che richiedano una particolare assistenza materiale e/o morale e comunque finalizzate alla qualificazione umana, morale, culturale e professionale.

Dal 2002 la Coperativa Sociale il Bettolino si è dotata di un sistema di gestione secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 per i processi riguardanti la coltivazione in floating system del basilico, la gestione e manutenzione dei giardini, la coltivazione dei fiori, la gestione di isole ecologiche e l’erogazione di attività di inserimento lavorativo di persone svantaggiate in accordo a specifiche dell’agenzia Sanitaria locale.
Dal 2003 la Cooperativa in ottica di un miglioramento continuo e della tutela dell’ambiente si è dotata di un sistema di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001:1996 e successivamente UNI EN ISO 14001:2004 per il processo di coltivazione in floating system del basilico.

Per la produzione in serra di piantine di basilico utilizza una soluzione tecnologica all’avanguardia chiamata coltivazione idroponica o tecnica in float-system. La semina viene eseguita in modo automatico nella parte  superiore del plateau in modo tale da unire al seme anche terriccio sterile formato da vermiculite e agriperlite. I plateaux alla fine di ogni ciclo produttivo vengono sterilizzati e riutilizzati in conformità  anche a quanto previsto dal sistema di gestione qualità, ambiente e H.A.C.C.P .
Le serre di produzione aventi una superficie di 5000 mq, sono state dislocate presso la discarica dei R.S.U. di proprietà dei comuni del confezionebasilicodistretto e gestiti dalla S.A.B.A.R. S.p.A. a Novellara (RE) per potere utilizzare l’energia alternativa prodotta dai rifiuti urbani.

Grazie alla possibilità di recuperare il biogas prodotto dalla decomposizione dei  rifiuti e convogliarlo a motori di grosse dimensioni per produrre energia alternativa rinnovabile che viene venduta all’Enel, le serre sono riscaldate grazie alla produzione di acqua calda derivata dal raffreddamento di tali motori (impianto di cogenerazione).

Questo complesso procedimento consente di ridurre al minimo il consumo di gasolio e garantisce una riduzione degli impatti ambientali.
Il ciclo di produzione, a seconda della stagione, dura dai 20 ai 45 giorni. Viene utilizzata la lotta integrata senza uso di pesticidi. A crescita avvenuta le piantine vengono tagliate e la merce è pronta per essere trasportata
con idonei automezzi nel sito di Reggiolo per essere lavata e confezionata.
Il basilico prodotto può essere venduto sfuso, in cassetta, imbustato in ambiente protetto. La produzione imbustata viene prelavata e accuratamente selezionata a mano.
La produzione annuale di basilico è di circa 500 tonnellate (150 Kg al giorno nel periodo invernale e 300 Kg al giorno nel periodo estivo).

La cooperativa si occupa anche di manutenzione del verde, confezionamento, coltivazione di aromatiche in vaso e floricultura.

IL SITO: http://www.ilbettolino.it/

Dì la tua!